Indice di Pagina

  1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Cerca nel sito
  4. Contenuti della pagina
  5. Piè di pagina

Configurazione del portale

Configurazione Sito

A A A+

Menu di Navigazione Principale

[Torna all'indice di pagina]

Cerca nel sito

Form di ricerca nel sito:
 

Regole:

Sono accettate solo parole con due o più caratteri, per un massimo di 200 caratteri totali.
Lo spazio è usato per separare le parole, "" può essere usato per cercare un'intera stringa.
AND, OR e NOT possono essere usati prefissi alle parole da cercare.
+/|/- corrispondono agli operatori AND, OR e NOT.
Tutte le parole sono convertite in caratteri minuscoli.

[Torna all'indice di pagina]

Contenuti principali della pagina

Home

Prevenzione Serena: programma di prevenzione oncologica

Uno dei principali obiettivi della Medicina è diagnosticare una malattia il più precocemente possibile. Gli screening (diagnosi precoce) si rivolgono a coloro che, pur non manifestando ancora alcun sintomo, hanno in corso lo sviluppo di un tumore. Essi quindi possono individuare, tra persone apparentemente sane (asintomatiche), quante hanno probabilmente una malattia, da quelle che probabilmente non l’hanno.

Requisiti di un programma di screening di popolazione, come “Prevenzione Serena”, sono che:

  • l’incidenza della malattia sia tale da renderlo prioritario (epidemiologico);
  • vi sia una durata sufficiente della fase di sviluppo preclinico asintomatico della malattia (biologico);
  • esista un test di screening valido, specifico e sensibile, riguardo a tale fase (tecnologico);
  • esista un trattamento che, se attuato in tale fase, cambi in meglio la prognosi del paziente (clinico);
  • i benefici su mortalità, ecc. superino i potenziali effetti negativi come sovradiagnosi, sovratrattamenti, ecc. (etico).

Attualmente la ricerca medica ha fornito prove sufficienti sull’efficacia di questi test di screening: Pap test, mammografia, rettosigmoidoscopia e ricerca del sangue occulto nelle feci.

  • Il Pap test riduce la mortalità per carcinoma squamoso della cervice uterina di oltre l’80%;
  • la mammografia riduce la mortalità per adenocarcinoma della mammella del 35%;
  • la rettosigmoidoscopia riduce la mortalità per adenocarcinoma di retto e colon sigmoideo del 60-80%;
  • la ricerca del sangue occulto nelle feci riduce la mortalità per cancro del colon-retto del 23%.

L’attività di screening (diagnosi precoce) dev’essere sottoposta ad un costante  controllo di qualità che consenta di valutarne l’adeguatezza ed i risultati, così da poter minimizzare effetti negativi come approfondimenti non necessarî e sovradiagnosi: “Prevenzione Serena”, che offre gratuitamente a tutta la popolazione gli screening efficaci nelle fasce d’età e con gli intervalli stabiliti dalle Linee Guida scientifiche europee ed italiane, garantisce la richiamata costante attività valutativa dell’attività grazie alla presenza dell’Unità di Valutazione e di Organizzazione dello Screening, avente competenza sulle attività di screening dell’A.S.L. CN1, dell’A.S.L. CN2 e dell’A. O. Santa Croce e Carle di Cuneo.

Logo Ospedale Santa Croce
Logo ASL CN2
Logo ASL CN1
Logo Unifarma
Logo HcMagazine
Logo Amos
Logo Associazione Farmacie Cuneo
[Torna all'indice di pagina]

Contenuti Secondari

In Evidenza

15/07/2015

Workshop anno 2015

Workshop relativi agli screening della mammella, della cervice uterina e del colon-retto per l'anno 2015[leggi]


15/04/2015

Convegno Nazionale GISCi 2015

GISCi Gruppo Italiano Screening Citologico - Convegno Nazionale - Finalborgo (SV), 20-22 maggio 2015[leggi]


Risultati da 1 a 2 su 22
<< Prima < Precedente 1-2 3-4 5-6 7-8 9-10 11-12 13-14 Prossima > Ultima >>
Feed RSS
Link esterno: Pagina Screening oncologico ASL CN1
Link interno: animazione cde illustra il programma di prevenzione serena
Link esterno:Spostamento e disdetta screening oncologico e paptest ASL CN1
[Torna all'indice di pagina]
[Torna all'indice di pagina]

Piè di pagina

[Torna all'indice di pagina]